Skip to content

Busiata siciliana spada,melanzane e pecorino

June 30, 2009

by Irene

busi1

Sono tornata! Non sono mancata per un’operazione di riduzione dello stomaco, come si potrebbe ragionevolmente pensare, ma per una meritata vacanza in Sicilia, esattemente a Favignana, la più grande delle Isole Egadi. L’economia dell’isola si basa su una pratica brutale e a dir poco incivile, che però per gli abitanti significa sopravivvenza: la mattanza dei tonni. Molto impressionanti sono, non solo le spoglie della vecchia tonnara, ormai dismessa e sostituita da un moderno stabilimento, ma anche le foto storiche dei pescatori sparse per tutto il paese. Quei due personaggi, Clemente, il biondo e Gioacchino, il “rais” della tonnara, ho avuto la fortuna di conoscerli, ormai in pensione, vent’anni dopo quella famosa foto, nonchè di assaggiare le loro specialità a base di tonno naturalmente.

Per questo voglio ringraziare Salvo, Silvana e tutte le persone che ci hanno accolto in quello splendido borghetto di pescatori che è Punta lunga.A chiunque di voi vada nell’isola consiglio di contattare il diving Posidonia Blu, per bellissime immersioni e un’esclusiva proposta per il soggiorno.

Venendo a noi, oggi vi propongo un primo fatto con una pasta tipica del luogo, la busiata, una sorta di fusilli fatti a mano con il ferro e conditi con un sugo di ispirazione sicula.

busi2

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di pasta (busiata o il formato che preferite ma non pasta all’uovo!)
  • 1 fetta di pesce spada spessa circa 1 cm
  • 1 melanzana nera piccola
  • una ventina di pomodorini pachino
  • 2 o 3 cucchiai di pecorino non troppo stagionato
  • 3 aggiughe sott’olio
  • 1 scalogno piccolo
  • capperi sotto sale
  • mandorle in scaglie
  • vino bianco
  • prezzemolo
  • 1 piccolo peperoncino
  • olio d’oliva
  • sale

Per cominciare, tagliare la melanzana a fette, salarle e metterle a scolare in uno scolapasta coperte da un peso. Dopo una mezz’oretta, sciacquarle, asciugarle bene e dopo averle tagliate a cubetti friggerle in olio bollente,

busi3

quindi scolarle e tamponarle con una carta assorbente.

busi4

Nel frattempo in una padella far soffriggere l’olio con lo scalogno tritato, il peperoncino, le acciughe, qualche cappero ed i pomodorini tagliati a metà.

busi5

Quando i pomodorini saranno appassiti, aggiungere il pesce spada, che avremo privato della pelle e tagliato a cubetti e farlo cuocere a fuoco lento sfumando con un goccio di vino bianco. Evaporato il vino e portata la cottura del pesce quasi a termine, aggiungere le melanzane e dopo pochi minuti le mandorle ed il prezzemolo tritato.

busi6

Scolare la pasta al dente, condirla con il sugo e una spolverata di pecorino e servirla ancora calda.

No comments yet

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: