Skip to content

Sushi – round 2 – polpettine di salmone affumicato & gunkan maki

September 3, 2009

by Irene

1

Senza dubbio sbagliando s’impara e questo secondo tentativo è stato un successo!
Come ho già detto nel post precedente sul sushi, le difficoltà principali sono nella cottura del riso e nel dosaggio degli ingredienti. Per i maki per esempio ho notato che è facile esagerare con la quantità di riso, perciò stavolta ne ho fatto uno strato sottilissimo ed ho tagliato l’alga in modo che il rotolino venisse il più sottile possibile. Nei nigiri invece, il riso era troppo pressato con il risultato di diventare papposo. Stavolta ho fatto le polpette, non schiacciandole con le dita, ma chiudendole tra i palmi delle mani e pressando lievemente..perfette! Per la cottura del riso, dovete solo fare molta attenzione ai tempi e al raffreddamento.
Ovviamente non potevo soltanto riproporre maki e nigiri sushi ed ho pensato quindi di aggiungere un po’ di sashimi di salmone, le polpettine di salmone affumicato e i gunkan maki.
Avete presente quei rotolini alti e ovali ripieni di uova di pesce o di polpa di riccio di fronte ai quali tutti la prima volta abbiamo storto la bocca? Esattamente quelli, ma in versione light, con la polpa di granchio, il cetriolo e l’avocado. Provate anche voi, queste sono le dosi per tre rotolini di maki, quattro nigiri, quattro gunkan maki, una decina di polpette e un po’ di sashimi,e probabilmente vi avanzerà un po’ di riso (usatelo per accompagnare il sashimi o fatene degli altri nigiri).
Una curiosità: Gunkan significa “nave da guerra” e allude alla forma ovale della barchetta di riso e al suo “carico” tenuto insieme dalle pareti di alga. Simpatici questi giapponesi!
Ah dimenticavo..le polpette sono molto carine a vedersi ma ho decisamente esagerato con i semi di sesamo, vi consiglio di andarci molto più cauti!

Ingredienti per 2 pesone:

(per il riso)

330 gr di riso bianco a chicco tondo
750 ml di acqua
3 cucchiai di aceto di riso o di mele
1,5 cucchiai di zucchero
1,5 cucchiaini di sale

(per i maki, i nigiri e il sashimi)

qualche foglio di alga nori
1 trancio spesso di salmone ( o se preferite salmone affumicato)
2 o 3 striscioline di cetriolo
2 o 3 striscioline di avocado
riso (vedi sopra)

(per le polpette)

2 o 3 fette di salmone affumicato
un piccolo cipollotto
zenzero sott’aceto
semi di sesamo
riso (vedi sopra)

(per i gunkan maki)

un foglio di alga nori
qualche cucchiaino di polpa di granchio sgocciolata
un pezzetto di cetriolo
un pezzetto di avocado
zenzero sott’aceto
riso (vedi sopra)

(per servire)

zenzero sott’aceto
wasabi
salsa di soia

2

Cuocere il riso come descritto nel post del 23 agosto “Sushi round 1”.

6

Preparare il ripieno delle polpette di riso: tritare finemente il gambo verde del cipollotto, qualche fettina di salmone affumicato e lo zenzero sott’aceto.

4

Con le mani umide prendere del riso e farne una polpetta. Premendo con le dita, formare un buco al centro della polpetta e riempire col composto di salmone affumicato.

5

Richiudere bene la polpetta, se possibile evitando di aggiungere altro riso.

6

Tostare nella padella un cucchiaio di semi di sesamo, finchè non si imbruniscono e non cominciano a scoppiettare.

7

Spolverare il sesamo sulle polpette. Mi raccomando non riempitele di sesamo come ho fatto io, ne basta pochissimo!

8

Ora passiamo alla preparazione dei “gunkan”: tritare finemente un pezzetto di cetriolo e di avocado e sgocciolare bene la polpa di granchio.

9

Dopo aver scottato l’alga sulla fiamma viva ed averla tagliata in rettangolini di circa 4×3 cm, formate con le mani bagnate un dischetto di riso spesso circa 1,5 cm ed arrotolate l’alga intorno al perimetro del dischetto, per formare la base del nostro rotolino.

10

Schiacciate bene la base del rotolino affichè rimanga in piedi.

11

Rifilate eventualmente il bordo superiore dell’alga con le forbici e riempite il rotolino con il composto di polpa di granchio, cetriolo ed avocado.

Per fare sashimi, maki e nigiri sushi, seguite le istruzioni del post del 23 agosto “Sushi round 1”, semplicemente riprovate cercando di ottimizzare le dosi. Vedrete che stavolta verranno ancora più buoni!

No comments yet

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: