Skip to content

Marmellata amara di bergamotto

August 31, 2010

By Irene

Anche quest’anno torno all’afa romana con la Grecia nel cuore: la risacca delle onde e la musica incessante delle cicale nelle orecchie, la luminosità delle sue “limpide nubi” negli occhi, il profumo dei limoni e dei bergamotti nel naso e l’acquolina in bocca al solo pensiero di tutte le prelibatezze della cucina locale. Al ritorno, nel mio bagaglio a mano, un paio di chili di bergamotti, rubati dagli alberi del giardino di Timo per farne una marmellata da gustare nei giorni autunnali, quando le giornate saranno sempre più corte e fredde e la malinconia forte.
“..Tu non altro che il canto avrai del figlio, o materna mia terra..”

Ingredienti:

  • 1,5 kg scarso di bergamotti verdi (circa 1 kg di frutta e scorze dopo aver eliminatgli scarti)
  • 1 limone non trattato
  • 800\900 gr di zucchero (io ho usato un terzo di zucchero semolato e 2\3 di zucchero di canna)
  • 1\2 bicchierino di Cointreau

Lavare e sbucciare con il pelapatate i bergamotti ed il limone, facendo attenzione ad eliminare il più possibile la parte bianca. Mettere da parte le scorze.

Pelare a vivo i bergamotti; da questa operazione dovreste ottenere quasi 500 gr di scarti, se ne ottenete meno, ricalcolate la quantità di zucchero che vi servirà considerando che deve essere un 20% scarso in meno (dipende ovviamente dai vostri gusti) rispetto al peso della frutta.

Mettere le scorze in una pentola piena d’acqua fredda e portare ad ebollizione. Far sbollentare per 5 min. e scolare.

Ridurre in piccoli pezzi o fettine sottili i bergamotti, avendo cura di eliminare tutti i semi. Versare la frutta in una pentola capiente con lo zucchero ed il succo del limone; coprire e portare ad ebollizione a fuoco moderato.

Tagliare a listarelle le scorze ed aggiungerle alla frutta.

Procedere nella cottura a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto.

Nel frattempo sterilizzare barattoli e coperchi, mettendoli in una pentola piena d’aqua fredda e portandoli ad ebollizione. Farli bollire per 5 min. quindi coprire e lasciarli freddare (quando sarà il momento di scolarli e riempirli di marmettata, ricordate di non toccarli con le mani ma di prenderli con una pinza pulita!)

Dopo circa un’oretta, aggiungere alla marmellata il Cointreau, mescolare e far sobbolire ancora una ventina di minuti.

Se in questo tempo la frutta non si è ancora sciolta del tutto o vi accorgete che sono rimaste molte parti fibrose che non gradite, potete passare la vostra marmellata al passaverdure.

Rimettere quindi sul fuoco basso e procedere alla prova del piattino: se facendo colare una goccia di marmellata ed aspettando un minuto la goccia si rapprende, la vostra marmellata è pronta.

In questo caso versare la marmellata calda nel vasetti, capovolgerli per 10 min. per eliminare l’aria e lasciarli freddare, altrimenti proseguire nella cottura facendo di tanto in tanto la prova del piattino.

Una volta pronta, conservare la vostra marmellata in un luogo buio ed asciutto.

Per concludere un pasto alla greca, servire una coppa di yogurt bianco con un filo di marmellata e delle scorzette di bergamotto candite.

No comments yet

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: