Skip to content

Pastiera Napoletana

April 23, 2011

by Irene

Anche se le mie radici napoletane si perdono ormai nella memoria, a casa mia non è Pasqua se non c’è la Pastiera. Mi cimento per la prima volta nella preparazione di questa ricetta, non proprio semplicissima, consapevole di non possederne il segreto, ma forte di una grande ispirazione.

La ricetta è di Annamaria Chirico, la Signora del grano cotto in barattolo e, anche se leggermenete modificata, per me è una garanzia!

Per provarla dovrò aspettare domani ma vi assicuro che il profumo è sublime e l’aspetto tutto sommato niente male!

Ingredinti per 12 persone:

(per il ripieno)

  • 400 gr di grano cotto
  • 250 ml di latte
  • 30 gr di burro
  • la buccia di un limone non trattato
  • 700 gr di ricotta di mucca
  • 600 gr di zucchero semolato
  • 5 uova
  • 1 bustina di vanillina o 1 fialetta di aroma di vaniglia
  • 1 fialetta di estratto di fiori d’arancio
  • un pizzico di cannella
  • 50 gr di cedro candito

(per la pasta frolla)

  • 500 gr di farina 00
  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 3 uova

(per guarnire)

  • a piacere zucchero a velo o petali di fiori canditi (io ho usato delle violette)

Versare il grano cotto in una pentola, insieme al latte, a 30 gr di burro e alla buccia del limone intera (avendo l’accortezza di eliminare la parte bianca);

portare ad ebollizione e far cuocere, mescolando costantemente, per una decina di minuti, finchè il composto non diventa cremoso, quindi togliere dal fuoco e lasciar freddare.

Nel frattempo, frullare la ricotta con 600 gr di zucchero, 5 uova, la cannella, la vanillina e l’estratto di fiori d’arancio, fino a rendere l’impasto molto sottile;

quindi aggiungere la buccia di metà limone grattuggiata ed il cedro candito tagliato in piccoli cubetti.

Amalgamare il tutto con la crema di grano.

A questo punto preparare la pasta frolla impastando velocemente 500 gr di farina, 2oo gr di burro a temperatura ambiente, 200 gr di zucchero, tre uova ed un pizzico di sale.

Stendere la pasta col mattarello fino a formare un disco più largo della vostra teglia (se è molto morbida e appiccicosa, aiutatevi stendendola su un foglio di carta da forno).

Foderare la teglia con il disco di pasta, facendola aderire bene e debordare e praticare dei fori regolari con la forchetta affinchè non rigonfi durante la cottura.

Riempire con il composto di ricotta e grano, fino ad un centimetro circa dal bordo.

A questo punto bisogna stendere con il mattarello la pasta frolla rimasta e ricavarne delle strisce con la rotella tagliapasta. Le strisce (ne bastano sei in tutto) andranno stese molto velocemente e tirandole bene da un bordo all’altro, in modo da evitare il più possibile che affondino nel ripieno.

Rifilare con la rotella tagliapasta il bordo della torta in modo che esca dalla teglia di qualche millimetro, quindi ripiegarlo verso l’interno, schiacciandolo il più possibile.

Cuocere nel forno preriscaldato a 180°C, per almeno un’ora, finchè avrà preso un colore ambrato, quindi spegnere il forno e lasciar freddare in modo che si rassodi.

No comments yet

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: